Tags

, , , , , , , , , , , , , , , ,


Alcuni criminali, soggetti ed appartenenti ad una rete dai complessi collegamenti, dai multipli intrecci, presenti sul Territorio dell’Italia, sono a Busto Garolfo -MI-, dotati e controllanti diversi strumenti tecnologici utilizzati come armamenti, organizzanti pressioni e traffici, plagianti, trafficanti, truffanti, sono anche ed attorno a Via Sciesa civico 29.

Chi vuole collaborare a difendere la cooperazione Internazionale, la sovranità ed unità Nazionale, la pace, la giustizia, le imprese sane, gli imprenditori onesti, il diritto al lavoro costruttivo, la possibilità e capacità di offrirne di onesto, il benessere, il futuro, le possibilità, i diritti in genere, dovrebbe tenere presente che coloro che sono indicati in cima alla frase, l’associazione a delinquere di tipo mafioso di cui fanno parte, i collegati “picciotti”, le collegate gang e baby-gang anche di stalker (probabilmente legati a parentele ed amicizie, che hanno il vantaggio di vedersi definire tutto bravata), nonché alcuni infiltrati in apparati dello Stato e Pubblica Amministrazione, infiltrati in Aziende, infiltrati in Sette, infiltrati in gruppi di culto e religioni, gli infiltrati in Ordini, gli infiltrati negli ambienti dei Media, gli infiltrati in ambienti militari, appartenenti ad apparati deviati, che vogliono togliere tutto a molti per dare moltissimo a pochissimi (pensando probabilmente essi stessi).

Svegliatevi! E’ il futuro dei vostri figli e nipoti, nemmeno quei criminali indicati nella frase precedente ed i loro collaboratori, finanziatori, ordinatori e manipolatori (“come loro”, circa), possono garantire che, se collaborate con loro, i vostri figli e nipoti vivranno bene!

Continuando ad accettare di sottostare, senza parlarne, scriverne, senza collaborare ed aiutarsi a fottersene e dire no alle violazioni di tali Pirlette vigliacche (che in 50 non tengono testa ad uno quasi) si finirà a divenire responsabili quanto Loro della svendita e disarticolazione dello stato, del progressivo impoverimento, del progressivo imbarbarimento.

Se va bene, continuando a sottomettersi, ci si renderà conto che quegli spandimerda, plagiatori, ricattatori, violatori, incapaci di pensare ed organizzare cose costruttive ed a vantaggio di tutti, non riusciranno a tenere a bada la povertà da loro creata se non eliminando coloro che chiedono un po di benessere e ben-avere; se va male avremo collaborato alla guerra civile mondiale, dato che è l’Occidente ed il libero mercato ad accrescere le possibilità che vengano a crearsi od espandersi di tali gruppi criminali.

Se invece li isoleremo, li segnaleremo a Stato e ce li segnaleremo tra onesti, se ci segnaleremo Noi come coloro che da quei criminali nulla vogliono ne danno, coloro che si tengono alla larga, se ci metteremo Noi addosso un simbolo di rifiuto di quei codardi violenti mentecatti, sapremo organizzarci in fretta verificando le Nostre qualità e la nostra vera opposizione al crimine nonché appartenenza ad uno Stato che vuole essere il progresso del ben-avere e ben-essere, dell’intelligenza, della cultura, della collaborazione che guarda al futuro soprattutto.

Anziché indicare le minoranze, indichiamoci come maggioranze oneste, come esterni a gruppi con i propri interessi esclusivi, gruppi che per forza di cose hanno maggiori probabilità di risultare interessanti alla criminalità, essere la criminalità o necessitare della criminalità per mantenere la propria posizione.

Chi vuole collaborare alla costruzione di un futuro migliore per tutti, povero di disparità di eccessi tra le parti, ricco di bellezza, di benavere, di benessere, chi vuole collaborare, anzichè con le reti criminali, con altri onesti, deve avere a mente che la Guerra Fredda non è finita, si è fluidificata, ingegnerizzata, che la Guerra Fredda da parte di una parte (che usualmente tende a fare ricadere la responsabilità sulla parte del “blocco” Orientale) prevede l’uso dell’intelligence per gestire traffici illegali e criminalità, prevede di usare criminali e disonesti per fargli compiere operazioni che in costi pesano sulla Nazione dove avvengono, anzichè sul bilancio dello Stato che orchestra, (in modo più o meno consapevole, sia dei fini sia per conto di chi) a danno delle Nazioni da usare e poi spolpare ed infine sottomettere.

La criminalità non costruisce, regola i conti, sottrae, distrugge, riduce i diritti, non colloquia, impone, come l’Imperialismo, come chi vuole ostentare la propria potenza, come chi vuole imporre un sistema molto più piramidale e con maggiori disparità sociali. La criminalità prima della politica è strumento per distruggere l’avversario.

L’intelligence opera in modo invisibile: quei criminali che hanno capito in realtà cosa accade o sanno chi li gestisce in cima ed a quali scopi reali, parlino e facciano sapare quanto sanno a quella Nazione in cui hanno vissuto, quella Nazione che li giudicherebbe in considerazione anche della nuova collaborazione costruttiva, anziché della violenza cieca e dai vantaggi labili.

Badate che prima di sottomettere uno Stato e caricarsene delle spese, lo usano e ne usano le genti come possono, anche per sperimentare, ed usano il condizionamento e manipolazione di massa per convincervi dei vostri risultati sicchè siate più soggetti alle volontà di chi nemmeno sapete.

Tenete conto che non c’è posto per tutti al vertice del sistema Imperiale, e sicuramente non c’è posto per chi stà alla base della criminalità, non c’è posto forse nemmeno per i vertici delle criminalità organizzate, delle associazioni Mafiose, a delinquere, se non per brevi periodi di tempo prima che, coloro che hanno implementato ed orchestrato il regime imperiale, si tolgano dai piedi i pochi che sanno per avere il loro parco giochi a disposizione senza interferenze, dopo avere usato Popoli e materie prime, criminali e manodopera, idee e giudizi.

*con infiltrati intendo coloro che sono stati inseriti appositamente o che sono stati agganciati e divenuti collusi, intendo dire le ventose della piovra, piovra che nella testa non ha l’intellighenzia ma l’intelligence e probabilmente sin da quando cominciò la Guerra Fredda**. Non si può andare a pesca di tutti i tentacoli, forse è più opportuno trovare il metodo rapido per selezionare ed identificare gli onesti (anche al fine di aumentare le possibilita di contributo reciproco senza dubitare) e non si trattta di certificati anti-mafia ma di sistemi nuovi e collegati agli individui alla cultura alla mentalità.

**sempre ché per esempio non si vuole dire che sono stati alcuni terroristi islamici ad avere condizionato, organizzato ed ordinato gli interventi dell’intero apparato militare e politico interno alla NATO.

Dunque si fa per costruire guerra o si distrugge il caos per costruire la pace?

Advertisements