Tags

, , , , , , , , ,


Un pensiero riguardo i privilegi ed il numero dei parlamentari: tagliando, o riduciamo la rappresentatività (che in realtà poco esiste) o li si espone alla corruzione in modo maggiore perchè maggiore peso avrebbe lo stesso potere d’influenza, dando loro di più diviene più probabile che siano loro ad andare a corrompere, dando loro molto di più possono comunque essere corrotti dai più ricchi della Terra, tanto i parlamentari in Italia non saranno mai più ricchi di quanto lo sia l’individuo più ricco della Terra; corruzione vuol dire “investimento” a profitto e vantaggio personale, quindi il parlamentare corrotto ed il corruttore faranno in modo di rientrare dei soldi spesi ed ottenervi l’interesse.

Il problema, dunque: a parte la moneta, il capitale, il libero mercato, è il sistema piramidale… ecco il sistema… la disparità di poteri, la rappresentanza, la democrazia rappresentativa, il corporativismo, l’oligarchia, la monarchia, la dittatura.

La soluzione alla corruzione: diritti e doveri, dare ed avere, equamente distribuiti (variabilmente in funzione di quanto varia nella società nel tempo, di giorno in giorno) impossibilità di contrattare o riduzione dei mezzi a disposizione per esercitare pressioni.

La soluzione al disinteresse, al decadimento sociale, allo scadere dello spirito civico, alle deformazioni del corporativismo, all’irragionevole agire: la democrazia diretta.

Insomma forse ci si stava fottendo interessando da soli.

Advertisements