Post in divenire… Prima che cambi… e la marcia, isca

 

Osservate in questo filmato i pattern rilevati.

 

Osservate come variano, tali pattern, a distanze costanti del CCD dal display, come variano ad angolo costante della direzione verso il display, a messa a fuoco costante della camera (non delle ’emissioni’ che ingenerano i pattern), osservate come la radiazione che attraversa CCD ed il display, in parte forse diffratta, diffusa o riflessa, NON influisce sulla rilevazione dell’immagine e degli eventuali effetti ottici determinati dai refresh di CCD e display. Osservate come NON influisce l’emissione’, tanto da interferire con il CCD ed essere dunque rilevata e pensate un pò? La, le, state vedendo.

 

Osservate come i campi oppure le radiazioni elettro-magnetiche o particolari, di origine artificiale e create a ‘distanza’ ed ad hoc da balordi, siano ininfluenti sul normale funzionamento dell’elettronica del CCD e come non varino il normale rilevare delle radiazioni luminose incidenti sul CCD.

 

Osservate come l’influsso (termine a caso) aumenti la resistenza elettrica o la diminuisca, varii la polarità o la componente ‘risultante’, varii la tensione al di sopra di quella di soglia (in modo difforme da come dovrebbe essere secondo la radiazione luminosa naturale), sicche dal processore della macchina fotografica, i ‘pixel’ (termine scorretto, a rappresentare la dimensione quadra senza scampo, senza via di condizionamenti), i punti rilevatori del CCD, vengano ‘interpretati’ come soggetti a maggiore o minore luce per ognuna delle ‘tre componenti di colore’.

 

Se vi spiegate cosa siano, e quali delle numerose possibili origini abbiano tali influssi che di magico nulla hanno, nonchè le caratteristiche dei Quanti incidenti sulla superficie del CCD, incidenti di riflesso, direttamente, nonchè attraverso un tragitto differente da quello che vorrebbe il gruppo dell’ottica (per quanto concerne la radiazione luminosa visibile, circa, ad occhio nudo) se vi spiegate cosa siano questi Quanti creati apposta per creare disturbo e danno oltre a lesioni,

se vi spiegate infatti come altre tipologie di ’emissioni’ possano influire sulla biologia dell’organismo allora potrete chiedere gratuitamente un T.S.O. alla A.S.L. di Milano numero 1.

 

Se vi spiegate cosa siano allora accertatevi, quando state eseguendo i Vostri sperimenti, che dei malefici antipatici non stiano influendo sui dispositivi del CERN, apposta, per non farvi trovare quanto vorreste, dopo aver speso Fiorini su Fiorini (tanto per ricordare il Giglio, altro che affondo, quello onesto però, tanto per inneggiare all’Italia, all’Italiano ed all’Accademia della Crusca! quelli a posto però, non quelli disastrati e corrotti).

 

Tana!. Specchio riflesso!. Fonte diffratta!. Dichiatazioni inascoltate.

 

Ovvio che ad occhio nudo nulla si vede, di fatti le interferenze si ingenerano nella chimica-fisica del CCD.

 

Ovvio che per ogni sostanza chimica ogni ‘configurazione quantistica delle cose’ vi sono risposte diverse per ogni diversa ‘sollecitazione’ o ‘combinazione di sollecitazioni’.

 

Ovvio che in ogni molecola, DNA incluso, vi sono interferenze diverse con le diverse ’emissioni usate come armi’.

 

Ovvio che determinate emissioni che interferiscono con determinate strumentazioni e determinata chimica (dal riscaldamento al raffreddamento, dalla ‘vibrazione’ spaziale alla costrizione ad limitrofi, dalla tensione-decompressione alla compressione, delle molecole, passando per l’aumento di resistività rispetto al normale funzionamento nonchè il classico ecc…) possono non dare segni apparenti d’interferenza con quanto interposto tra sorgente e rilevatore-target (che alle volte sono io con pace di giustizia e piacere di delinquenti) proprio perchè l”emissione’ (più o meno composta) ha determinate caratteristiche che influenzano (maggiormente) determinate sostanze.

 

Niente di chè, a parte che:

in promozione solo per pochi anni anche il disinteresse (o peggio) di talune forze dell’ordine, dello Stato, la perdita od impossibilitazione al lavoro e le mire della ‘ndrangheta e tutti gli altri utili idioti mercenari o militari deviati che collaborano a sperimentare, implementare e testare quanto serve per le prossime torture a tutti.

Oh, affrettatevi, che i punti ve li danno solo fino a che non si rompe il manganello, oppure il ginocchio. Sicchè per eventuali mitragliette e siringhe vanno già incontro a carenze di produzione e non fanno fronte alla domanda.

 

Altatevi!

 

Osservate come l’Italia va allo sfascio, osservate come le forse di sicurezza pubbliche e private possono essere minacciate, corrotte o colluse, accondiscendenti o condiscendenti esattamente come lo può essere un’artigiano, un professionista, un medico, che a differenza delle forze di sicurezza, il quale è dotato di palle di piombo e cazzo d’acciaio sputa fuoco, non hanno, spesso, porto d’armi.

 

Italia svegliati, che lo stivale è più facile che lo usino correttamente gli onesti operai, partigiani, imprenditori, professionisti, di quanto (visto i riguardi) lo usino le forze di sicurezza.

 

 

 

P.S. Italiani all’arme! che lo Stato lascia che vi venga messo nel culo, anche da Italioti alla mercè o collusi ad interessi anti-nazionali Corporativi e/o Stranieri.

Ocho che quando vien fatto il precedente, quando chi parla viene messo a tacere, poi sempre meno potranno stare a lottare al vostro fianco oppure a difendervi.

Ocho che pian piano l’applicazione, pian pianino, molto piano…è esponenziale.

 

Ridiamoci su, mentre fanno a pezzi la società, ridiamoci su che la serietà si è scontrata anche con le collusioni ed è scoppiata in una risata isterica. Ridiamoci su che l’isteria ha già provocato l’assunzione di serismo da parte di chi rideva. Ridiamoci su, che ogni cavo è un’antenna, che ogni antenna riceve disturbi, ridiamoci su che possono rovinarvi il Vostro lavoro, che possono rallentarvi in ogni modo.

 

Ridiamoci su, che quelli che dicono di avere i coglioni stanno dietro le pareti a giocare sugli altri con ‘controller’ e ‘giocattoli’ per controllare e/o emettere ‘complesse ed inappropriate’ radiazioni elettromagnetiche, ridiamoci su che quelli che dicono di avere i coglioni ed essere tutori della sicurezza credono di essere armati di pallottole di gomma quando son d’acciaio e le usano spesso contro gl’inermi. Ridiamoci su che i vostri neuroni i vostri nervi non sono solo ‘semplici’ molecole e neppure fili di burattini, ma in quanto di molecole son fatti, possono essere energicamente ‘maltrattati’ per farvi sembrare tali, burattini dolenti. Ridiamoci su che le palle le hanno più grandi i neonati.

Advertisements