(l’altro Signore** s’astiene per ora dal dare Giudizi, lontano dalla stanza de-Meditazione dell’On.U.Fantocci alias Cima de Los Muppets – La Cupola)

Gip ed M fanno una Cup Darby senz’arbitro**. La Fiorentina si Fredda. L’Hamburgher anche.

M cerca di fare mal comune mezzo gaudio…appunto, fare il mal comune, come i suoi cucccinnii sin da piccoli; di fatti M pensa di diluire le sue colpe parlando della sua categoria di emme (plurale).

M: Sono i primi ad aver costruito questi strumenti e noi vi comandiamo. Gip: Sono stati più bravi quelli che hanno fatto credere a voi di non essere comandati e d’essere stati i primi, forse perchè si sono vantati di meno.

M: Stanno ricostruendo la loro storia… Gip: modificandola? L’avete fatta a pezzi quante volte?

M: Stanno facendovi osservare… Gip: sono qui venite a me…in carne ed ossa… siiiiii

M: Stanno prevedendoti… Gip: così in ritardo arrivate? Prima no eh?

M: Arrivano dal futuro… Gip: in galera andate da dove venite oppure la non ci sapete più tornare e vi fermate qui?

M: Sono alieni… Gip: vedete altri dei vostri oppure anche loro vi vogliono prendere a calci nel culo?

M: Sono alieni… Gip: tra tutti i posti tranquilli da usare e senza rompipalle già sul posto, il meglio che potevate fare era arrivare in un luogo sfavorevole impervio già spolpato ed inquinato?

M: Sono alieni e vogliono portale pace e democrazia… Gip: decidendo solo voi, essendo tra l’altro del posto ma avendo casa altrove, tra noi sopravvive nessuno?

Al Gip viene fatto notare che non ha detto, nè Gip stesso ha abbastanza elementi di prova, che si tratti di Statunitensi e dunque Gip corregge la domanda rincarando la dose, sintetizzando perchè il Limone stringe ed M potrebbe gridare per supponenza (facendo tradizionalmente, in quanto Capo***, la spola tra grattacieli, terre d’agrumi e masserie ovali, Quadri*** retrò o retro di quadri)

Gip: Avete ordini da non impartire? I Boss quanto li fate durare col nuovo piano?

M: Sono alieni… Gip: il massimo che potete fare per controllarci è usare caramelle?

M: Sono dio… Gip: ti prendi per il culo e non c’e l’hai detto in anticipo? quando hai cambiato nome? Sei un Capo abbastanza modesto…

M: Sono anccelli… Gip: siete qui così occupati ed intenti a raccontare balle perchè siete in cerca delle droghe? l’Olanda è di là…

M: Sono anccelli oscuri… Gip: avete bisogno di luce? là è l’interruttore.

M: Sono anccelli della morte… Gip: la morte è passata prima, vi cerca.

M: Sono anccelli sussurranti… Gip: per i diritti SIAE di là… per la voce andate in banca… per registrare 100mila lemmi e riproporli in varie combinazioni di senso compiuto c’ha gia pensato la Treccani e la grammatica Italiana.

M: Sono anccelli custodi… Gip: per scegliere le combinazioni di senso compiuto da riproporre in risposte è sufficiente interpretare le parole compararle al significato enciclopedico, verificare le possibili combinazioni d’uso, attribuire percentuali di adeguatezza, calcolare per domande e risposte le possibili correlazioni e su base statistica identificare le più opportune, controllare la grammatica aggiungendo o correggendo tempi verbali coerenti in tutta la frase ed il genere e numero oltre al resto… mi lascia le chiavi ora che ha estorto con plagio informazioni. Grazie. LaCella è di là.

M: Sono geni, quelli a parlarvi ed ascoltarvi, che hanno costruito da soli tutti quanti gli strumenti e sanno tutto… Gip: mica eravate alieni poco fa?

M: Sono psicoterapeuti hitech… Gip: la vostra psicoanalisi vedo che per voi non ha funzionato.

M: Sono i protettori della vostra categoria… Gip: quindi voi papponi volete sputtanare anche la categoria de (metteteci quel che volete).

M: Sono il Moloch della loggia… Gip: si gapo, adesso se vuole seguire i-muratori, poi la restituiamo al negozio di chincalglierie ed effetti speciali della Paramount.

M: Sono Xeno… Gip: lo vedo Azzurra, come stà Shrek? I fari gli aggiusta in concessionaria?

M: Sono di Scientology… Gip: l’amico Plagio aveva intuito.

M: Sono in grado di farvi dire e fare quanto loro vogliono… Gip: anche noi, di fatti se voi fate parlare me qualcuno si starà impegnando per fare parlare voi, visto che siete occupati.

M: Sono in grado di farvi dire e fare quanto loro vogliono… Gip: anche gli altri avevano detto così.

M: Sono in grado di farvi dire e fare quanto loro vogliono… Gip: almeno quello, visto che se hanno bisogno degli altri si vede che qualcosa loro non possono ne dirlo ne farlo, diteci grazie.

M: Sono in grado di farvi dire e fare quanto loro vogliono… Gip: prima di voi ci avevano avvisati che voi dicevate e facevate quanto altri volevano.

M: Sono in grado di permettervi di fare e di impedirvelo, decidono loro il tuo destino. Gip: ve la siete presa troppo quando l’hanno detto a voi.

M: Sono a capo del Cosmo… Gip: L’aveva detto anche un tale molto più attendibile.

M: Sono a capo del Cosmo… Gip: Ed il massimo arretramento od avanzamento ce lo fate ottenere così alla lunga o siete incompetenti voi in particolare, quelli della vostrea generazione.

M: Sono a capo del Cosmo. Gip: Sa che il Cosmo l’ho creato io e voi con quello, mi ci sono ficcato per prendere in giro voi e dare un po di tempo in più agli altri.

M: Ciao sono un’emme sola… Gip: in cella state in quattro, poi prendiamo quelli che vi hanno fatto credere di avere i superpoteri, almeno loro hanno il diritto di farci perdere tempo.

M: Sono in grado di farti cadere l’attenzione… Gip: ci riusciva anche il cane e senza usare l’elettromagnetismo, le biotecnologie, le nanotecnologie, la chimica, la farmaceutica, le associazioni a delinquere, i semafori rossi.

M: Sono in grado di farti cadere l’attenzione… Gip: anche il prestigiatore e quella tizia con la sfera di cristallo, in’oltre entrambi rilassavano a differenza tua.

M inizia a identificare se stesso come rappresentante di tutta la sua categoria di emme (plurale). Il Gip comincia ad identificare uno spiritello contraddittorio di M mentre l’altro l’aveva già identificato.

M: Sono in grado di farti cadere l’attenzione… Gip: e le palle! Con le tue hai fatto lo stesso, per quello usi anche il piombo?

M: Sono in grado di farti cadere l’attenzione… Gip: ocho che sui suoi piedi sostengo un incudine

M: Sono in grado di farti cadere l’attenzione… Gip: ocho che miro alla mela

M: Sono in grado di renderti impossibile la vita… Gip: in coda…vede la fila?

M: Sono in grado di trasformarti nel clown di… Gip: dunque lei è a capo di un circo di pagliacci

M: Sono in grado di farti comunicare con altre persone… Gip: dunque avete raccontato puttanate anche alle altre persone tanto da avere un così fiorente set di risposte da abbinare, come si dice, uhm, probabilisticamente…

M: Sono in grado di fare accadere le cose con certe tempistiche… Gip: dunque sete calcolatori nel rallentare le persone, fate un lavoro faticoso, come dire, distrurbate?

M: Sono in grado di farti sapere prima quello che pensano gli altri… Gip: dunque siete stati voi a farmi prevedere la pizza dopo l’averla ordinata.

M: Sono arrivati prima di tutti… Gip: simili a RNA… siete virus dunque, da eliminare.

M: Erano già qui prima dell’uomo… Gip: preso un bidone in qualche modo? (la u a voce non si capisce se è maiuscola o minuscola: frequenti problemi delle interviste)

M pare essere stanco, forse inizia a sentire la stanchezza od il sonno a causa delle affermazioni del Gip, affermazioni che sembra non lo facciano ridere e d’altronde M pensa di essere a capo di un circo. M cerca così di vincere la pesantezza delle palpebre ed il brontolio (della sua pancia).

M: Sono Pastafariano… Gip: Lei ed i suoi amici siete accusati dalla panza d’esser mostri e plagiatori.

M: Sono Pastafariano… Gip: Lei ci provoca, e mò la magnamo…

M: Sono Pastafariano… Gip: Lei vuole continuare col riso?

M: Sono a carico dello Stato… Gip: di fatti è imputato per Mafia.

M: Sono pesantemente a carico dello Stato, e nuoccio criminalmente… Gip: di fatti gli Alleati nella NATO si aiutano molto bene tra loro per spolpare i più deboli tra gli alleati, almeno ha evitato la confessione.

M: Sono pesantemente deluso… Gip: l’avevo previsto io stavolta!

M: Sono Russo… Gip: Vediamo se ha contraffatto anche il suo visto sig. M.

M: Sono Russo, vede la luce rossa… Gip: bella trovata indicare che il GrandeFratello riprende, non c’era bisogno d’incolpare i Russi e comunque pensavo non le piacesse farsi riprendere da imputato…

M:

M cerca di ricordare a Gip il suo potere d’influenza. Gip è pronto con il fazzoletto. M pensa si tratti di un segnale che significa che in cambio dell’incolumità vuole cedere un terreno.

M: Sono criminale ma tanto non avete le prove… Gip: è da tanto che le confessioni in aula valgono qualcosa?

M: Sono criminale ma tanto non avete le prove… Gip (sostituito per l’occasione): siamo criminali anche noi e le fabbricheremo.

Gip: Sono criminale anche io… M: Mi ha convinto, quanto vuole? Gip: Ecco ora abbiamo la prova che serviva…

M: Sono criminale e comunque non avrete le prove… Gip: no ce le fonìrnisce lei? Le dobbiamo rubare?

M: Siamo criminali va beeeeneee, ma intanto noi… Gip: appunto, intanto. Il giudizio comunque arriverà presto e quindi non sia impaziente…

M inizia a pensare, giustamente, che la ‘supponenza’ da parte del Gip, violenta e tipica del tribunale, possa significare che anche il Gip abbia un suo ‘Circolo’ e dunque cerca di mettere in chiaro chi è primo tra i due.

M: Siamo i numeri uno… Gip: vedo che sa che è tra i pochi a conoscenza del fatto che il numero uno è plurale…nulla da aggiungere.

M: Siamo i numeri uno… Gip: visto che uno è plurare, siamo numeri uno anche noi, contenti?…nulla da aggiungere.

M: Siamo i numeri uno… Gip: per lo Stato avrebbe avuto costi minori lo zero…

M: Siamo i numeri uno… Gip: l’altro coglione è Vostro nemico? (facendosi a parte) questo è testa di cazzo e coglione! (accortosi del tono solo casualmente alto) ops, mi scusi.

M: Siamo i numeri uno… Gip: intende undici in Italiano? M: Braavooooo… Gip: appunto, 1° analfabeta!

M: Siamo i numeri uno… G: (no comment)

M: Siamo i numeri uno… Gip: no, gli altri se ne sono già andati per lasciarvi giocare, la loggia col Suo nome in fondo al corridoio a destra e poi sinistra e poi destra e poi sinistra e poi destra e poi sinistra e poi destra e poi sinistra e poi destra e poi sinistra e poi destra e poi sinistra e poi destra e poi sinistra e poi destra e poi sinistra e poi destra. Comunque non cambia molto, c’è scritto su tutte Celle.

M, non vedendosi già con la palla di piombo al piede oppure già morto in un classico regolamento di conti da tribunale, comincia a sentirsi padrone del Mondo Intero seriamente e persino del piccolo Tribunale, dunque pretende di guidare il Gip lungo l’udienza facendo domande importanti.

M: Lei è di MTV? Gip: si, bravooo, avrà i suoi minuti di celebrità in galera!

M: Lei è Batman? Gip: si, bravooo, hai capito tutto e Voi Siete Pinguino, avete Voi il colletto bianco con un poco di nero, sembrate in Smoking ed in quanto il colletto pare già a righe troverete il nuovo abito da galera, in bianco-nero griffato Armani, sicuramente di vostro gradimento…

M: Lei è Batman? Gip: si, voi Pinguini siete invece troppi e per sicurezza vi metteremo al fresco, sulla Vostra lussuosissima nave da crociera senza motore, nell’Artico, costando troppo tante celle ed avendo Voi, con le Vostre collusioni le vostre infiltrazioni arrecato danni all’armatore, al cantiere, agli onesti operai ora disoccupati a causa Vostra perchè la competizione tra criminali diviene distruzione oltre che distrazione, facendo produrre una nave difettosa fatta apposta per durare poco e ricevere ultriori commesse per la manutenzione.

M si rende conto che Gip sa troooppeee cose sugli amici, M ritiene che Gip ha scoperto la più grande organizzazione criminale dell’Universo intero, che, proprio M ritiene di guidare. Gip aveva notato come M ritenesse di essere intervistato da un bravo giornalista capo ed eccellenza di cosa nostra.

M: Lei è Batman! Gip: si e Lei ha un nome in alcuni ambienti fuori da qui ed il suo nome la seguirà ovunque andrà perchè Lei c’ha l’onore…nulla da aggiungere ora.

M: Lei è Batman? Gip: me l’ha appena detto! dunque no!…illustrissimo signor Muppet.

M: Lei è Batman! Gip: di nuovo? si Pinguino. Ah, dimenticavo, avete il colletto un poco sporco.

Gip chiede il permesso, non ad M che infatti un poco si irrita ed al quale fa un gesto chiaro a ricordare che conosce il ruolo eccellente occupato da M (il dito medio al ruolo l’imputato), di trattare l’imputato con metodi non coercisivi.

M: Sono Muppet il Pinguino! (a richiamare l’attenzione, stizzito) Gip: un poco di plagio, che saprei fare anche io ma a differenza sua non sono un criminale, e vede che l’ho convinta di essere un carcerato!

M: Sono Muppet il Pinguino Carcerato… Gip: la prendo come una confessione oppure cerca di dichiarare la sua capacità d’intendere?

M: Sono Muppet il Pinguino Carcerato… Gip: è arrivato da pochi minuti e mi dice tutto di Lei.

Gip finge d’accorgersi solo ora che M crede di avere trovato nuovi ‘picciotti’

M: Sono Muppet il Pinguino Carcerato e governo il Mondo… Gip: siamo tutti in ascolto.

M: Sono Muppet il Pinguino Carcerato e governo il Mondo, sono io che le dico cosa fare… Gip: lo so, siamo al suo servizio.

M: Sono Muppet il Pinguino Carcerato e governo il Mondo, sono io che le dico cosa fare e le faccio dire a lei le cose che direi io… Gip: Sono Muppet il Pinguino Carcerato e governo il Mondo.

M: Vede, infatti, è così, sono Muppet il Pinguino Carcerato e governo il Mondo, sono io che le dico cosa fare e le faccio dire a lei le cose che voglio che dica… Gip: Portatelo in cella!

M: Sono stato io… Gip: ecco anche la confessione…

M: Sta succedendo solo a te! Gip: sta già ritrattando?

M: Sta succedendo solo a te!! Gip: alieni, moloch, anccelli, e tutte le altre millemila specie che ha citato solo per me?

M: Sta succedendo solo a te!!! Gip: Per i prossimi ci saranno altri Gip

M: Sta succedendo solo a te!!!! Gip: quando vedrà le giurie popolari continuerà al singolare quanto vuole…

M: lo sai quanti siamo? Gip: Non lo so lei a parte che togliere agli altri riesce a contare?

M: lo sai che siamo in tanti? Gip: L’ho sentito dire all’economia ed al benessere collettivo che stenta a crescere vostra eccellenza la M.

M: lo sai quanti sono? Gip: Non me l’ha già detto? Tolto lei che mi sta di fronte. Lei sa fare sicuramente la differenza, così diceva fino ad ora ritenendosi il supremo capo.

M: siamo tutti i quanti. Gip: Ma non mi dica, non c’è tempo di starla a sentire.

M: lo sai quanti sono nella grande famiglia? Gip: Come i papaveri che commerciate?

M: con tutte le conoscenze che abbiamo, teniamo il mondo in pugno. Gip: Avete rotto la palla a dir stronzate

M: lo sai almeno chi siamo? Gip: quelli che rubano e dicono che sono i Cinesi i Russi ecc…, quelli che fanno gli stereotipi degli Italiani del genere Pizza Pasta ecc… quando siete hamburgher & mafie, quelli che dicono di esser in missione per Dio quando le missioni stanno dove siete passati a distruggere voi.

M: siamo alieni! Ecciù… Gip: a parte che è difficile farvi entrare in Aula vedo anche che il raffreddore è difficile curarlo

M: sono io che ti dico cosa puoi fare e ti faccio parlare! Ecciuù… Gip: fazzoletto?

Ah! Credo che certi Americani stiano retroingegnerizzando apparati non loro, mentre i loro cani Puccio, Picci, Picciotto siano attivi a fare plagio, caos e ledere la salute altrui.

 

PER ESEMPIO L’INTELLIGENCE O LA DEFI-ChANcE POTREBBERO, PER SFASCIARE IL MONDO A FAVORE TEMPORANEO DI POCHISSIMI, METTERE TUTTI CONTRO TUTTI O DIVIDERE LA SOCIETA’ ED ECONOMIA, LE FAMIGLIE ecc… PER FAVOREGGIARE L’INFILTERAZIONE E L’IDEOLOGIA CRIMINALE ASSERVITA A COLORO CHE SPOSTANO LA RICCHEZZA AI POCHISSIMI TOGLIENDO AGLI ALTRI

Poche righe di codice una libreria di regole grammaticali e sull’analisi logica per il senso compiuto delle frasi ed un calcolatore.

Se voleste scrivere tutte le possibili coppie di combinazioni di affermazioni e contro-affermazioni usando 50 parole per ognuna delle due potreste dover tenere conto di un numero di ‘complessi di parole’ fino a (numero di lemmi del dizionario)^50;

se voleste escludere un po di roba inutile sottrarreste i complessi che non hanno nel complesso un senso compiuto sulla base dell’analisi logica e quelle che non sono corrette grammaticamente (magari mettendo da parte i tratti di ‘frasi’ che un senso potrebbero averlo);

se voleste trovare le possibili risposte di 50 parole affinche queste formino frasi con un senso compiuto e siano in tema con una domanda, al fine di trovare compinazioni in tema selezionereste dapprima le parole che necessariamente devono essere presenti nella risposta e le possibili loro varianti in termini grammaticali ed i loro sinonimi, sapendo che delle 50 parole della risposta alcuni compresi nel (numero di lemmi del dizionario) dovranno essere presenti prioritariamente mentre altri secondariamente, dunque l’analisi logica della domanda stabilirebbe le regole da applicare per estrare dalle possibili domande quelle nella cui analisi logica vi sono elementi congruenti e posizioni congruenti a quelle contenute nella domanda, dopodichè selezionereste quelle grammaticalmente corrette e congruenti sulla base di cause ed effetti emotivi.

registrazione conversazioni (utenze telecomunicazioni, pressione sonora-effetti quantistici, rilevazione pressione a distanza)

catalogazione suono in sequenza di frequenze ed energia (Wh)

abbinamento suoni similari

abbinamento suoni similari a sillabe

catalogazione dei gruppi di suoni-sillabe come parole (giungendo al catalogo delle parople per ogni voce, ogni pronuncia della stessa parola, enfasi-emozione-pronuncia)

analisi logica delle frasi (suoni-sillabe-parole) registrate per utenza e voce utente

catalogazione costruzione logica, su basi statistiche, delle frasi in funzione di enfasi-emozione-pronuncia

analisi grammaticale frasi

catalogazione statistica errori grammaticali e caratteristiche della pronuncia in funzione delle voci degli utenti ed enfasi-emozione

analisi grammaticale e logica del contenuto dei siti internet e catalogazione contenuti

analisi statistica tematiche trattate

catalogazione (abbinamenti logiche frasi, temi, frasi comuni ed impronta vocale) utenze in funzione di conoscenze, amicizie, parentele..

analisi domande comuni – risposte comuni e catalogazione statistica di abbinamenti per utenza e/o Nazionale

catalogazione statistica abbinamenti parole e temi in funzione utenza

costruzione probabilistica delle possibili domande, risposte o frasi a tema (in funzione ad esempio della precedenza obiettivi-programma da seguire-temi da trattare e del catalogo costruzioni logiche frasi utenze e/o Nazionale disponibile e/o del vocabolario, identificazione delle parole a tema da usare nelle possibili costruzioni in funzione dei significati, adattamento grammaticale, identificazione delle costruzioni più adatte in funzione emotiva-obiettivi)

pianificazione temporale in funzione delle precedenze, orari, luoghi, presenti

trasduzione

trasmissione ‘informazione sonora’ a distanza (ultrasuono->suono udibile, interferenza costruttiva da più sorgenti in fluido omogeneo o mediante analisi fluidodinamica di modelli tridimensionali dei mezzi attraversati, infrasuono-ultrasuono per mediare la vibrazione di una massa di materiale a distanza mediante la risonanza inducendo una vibrazione in fluido circostante con frequenze udibili, compressione elettro-magnetica fluido a distanza, stimolazione elettro-magnetica biologica dalla distanza, sollecitazione a distanza di ‘molecole di contrasto – anche biologiche’ in vivo)

rilevazione segnali elettrici biologici e/o campionamento di quelli provenienti da chimica di sostanze con funzione di condensazione di carica e diseccitamento mediante emissione di radiazione…

* Da piccoli volevano essere i buoni del Tessssoooorroooooooo ma l’Anello gli mancava ed in cattiva Campania restava.

** Non è il Feudatario per intendersi… e comunque la Terra l’ha fatta creare buona e più o meno col Buon Tempo, purtroppo le stagioni sbagliate hanno fatto un poco di Suonati e troppi Criminali ai quali andrebbero suonate le regole.

*** Gerarchie occupazionali.

(Tratto dal diverbio tascabile a 10 nodi rovesciati e trainato da capre maligne “L’Italia è oggetto di un Piano di Destabilizzazione” dal chiarificante sottotitolo “Sotto ci sono i picciotti, le Cima tiene burattini” edito da “Puttante’N’ante Per-versed Chemical & Co.ca”, scritto a sette mani da una sola persona, in edicola dal 1912 al 2001, ma solo nelle ultime edicole rimaste in piedi nelle zone verdognole della democraticizzata Terra Irachena sita, sempre e comunque, anche se Eri Iracheno, a miglia e miglia da Te)

Advertisements