Sottotitolato: Guida senza(p)punti per distrarre le macchine dai divertimenti degli annoiati malfattori ed emme.

Nel caso fortuito in cui il vostro PC si sentisse osservato da più di due occhi e non abbiate cognizione della presenza di ulteriori occhi oltre ai vostri, procedete come sotto elencato, a seconda delle vostre condizioni, prima di votarvi a divenire testimoni per il prossimo e mai programmato film girato in una parabola.

Nel fortuito caso in cui il vostro leggero PC portatile smettesse di funzionare, bloccandosi stranamente, non rispondendo più ai comandi, nonostante voi non stiate usando Windows, procedere ruotando di novanta gradi il portatile attorno all’asse delle cerniere facendo appoggiare il monitor al ripiano orizzontale più vicino a voi, sulla vostra sinistra o se proprio dovete sulla vostra destra, esponendo ai quattro venti, in verticale, la parte ove domicilia anche la tastiera.

Provate a scollegare il cavo di alimentazione, a batteria ancora inserita: senza cibo quella ‘bestia energetica’ che si è ‘impossessata’ del vostro cavo potrebbe non raggiungere più i circuiti integrati. Se vedete scintille correte a spegnere la luce per godervi lo spettacolo, dureranno solo pochi decimi.

Provate, se avete un lettore di schede di memoria, ad inserirvi e togliervi una schedina, se avete puntato bene il gioco a vostro favore vi permetterà di trovare la fessura, se vi siete dimenticati dove si trova la scheda allora provate un’alternativa usando quel non sai quale strumento che vi ricordate di aver sentito citare chissà dove e quando.

Provate a filmare il monitor per portare le prove al più vicino comando dei CC indipendente dagli stessi ‘malefici’.

Nel fortuito caso voi, dopo o mentre eseguite l’operazione, individuate che il PC continua a non rispondere ai comandi allora provvedete a prendere il cavo dell’alimentazione, eventualmente collegato, tra le mani scorrendolo tutto fino a trovare un capo e da li anche l’altro, scollegate se possibile la batteria per non infastidire i suonati spaventapasseri, provvedete ad introdurre le vostre dita, senza dubitare di sembrare volgari, in tutti i fori con contatti elettrici a vista (alimentati al di sotto di 16 Ampere 230 Volt) e non mancate di disattivare l’alimentazione delle connessioni di rete soprattutto wireless, sempre che per fare questo voi abbiate dei comandi elettromeccanici a disposizione per fare distinguere la macchina.

Nel fortuito caso voi possediate un PC di diverso tipo, magari pesantissimo e fissato con zanche e cemento al pavimento, e fosse difficile ribaltarlo, spostatelo velocemente in un’altra stanza.

Nel fortuito caso voi possediate un server, ribaltate la stanza per fare più in fretta. Non eccedete a ribaltare i volumi provvedendo a mettere a soqquadro il mondo, perchè altrimenti passereste voi dalla parte del torto.

In casi diversi chiamate la disinfestazione dai passeri che fanno mu-chip o da altre specie.

Nel fortuito caso questo non fosse possibile andate pure in pace a dire ingiro che la sfiga vi aveva messo nelle condizioni peggiori ma degli stronzi lasciano tracce striscianti dal pessimo odore facilmente riconoscibile.

Provvedete dunque, quale che sia stata la causa di parte dei vostri mali e quale che sia stata la soluzione a quella parte di mali, ad informare il più vicino commissariato della Nazione più Vicina e diversa dalla vostra.

Prima di pensare a fantasmi provate a pensare di trovarvi in un gioco: dovete fare finire in galera i delinquenti, che c’entrino con gli eventi oppure no. Se perdete siete nella merda voi ma anche tutti gli altri come voi e dopo di voi. Se passate al lato oscuro non giocherete mai più. Non si fanno prigionieri, a parte i carcerati.

(Tratto da “Fosfori & Rame” il pessimo libro per perdere tempo, edito da “Health&Gone Inc.” la clinica già editrice di “Sperimenti&Emme”, due libri che non verranno mai distribuiti, se non qui, uno. Iniziato a scrivere da Mo, con lenti a contatto, terminato poco fa, quandunque guardiate)

Advertisements