Sottotitolato: 1948…ops, NATO, ripetendomi

Nel lungo periodo la NATO ha democraticamente assoggettato tutti sempre più al rispetto di un lungo programma,

d’allevamento.

L’allevamento, come per i piccioni condizionati dai suoni inudibili a stare lontani dalle piste per velivoli, come altre specie animali a comportarsi in determinati modi in funzione della chimica celebrale stimolata elettromagneticamente, è consistito nell’inserimento degli ominidi in percorsi più o meno predeterminati, più o meno volontari.

L’allevamento ché NATO è stato ausiliato da “ingegnose” strumentazioni tecnologiche per condizionare la psiche, la chimica, gli ormoni, la calma, la tensione, la rabbia, l’angoscia, l’apprezzamento di determinate parole e frasi, il disprezzamento di altre.

Democraticamente nella NATO si è data la democrazia quanto più possibilmente condizionata dalle opinioni comuni, opinioni oggetto di selezione, selezione determinata dal condizionamento della psiche in modo tecnologico e mediante l’applicazione di metodologie per il plagio della popolzaione.

Democraticamente nella NATO si allevano individui che al momento opportuno possono essere scagliati contro qualcosa con la semplice applicazione di una metodologia, di un set d’istruzioni da seguire e fare eseguire ai muppets sempre più numerosi sempre più tali.

Democraticamente la NATO è funzione dell’incoscienza, menefreghismo, criminalità, indifferenza ed attenzione condizionate da fuori del vostro cervello, da dietro terminali ed aggeggi tecnologici in mano agli allevatori, che per semplificare sono stati sostituiti da preset di condizionamenti controllati da programmazioni attuate automaticamente secondo cronoprogramma.

Nel lungo periodo la NATO ha applicato quanto alcuni negli Stati Uniti volevano venisse applicato gia da secoli fa, per favorire Loro, per favorire i sucessori, i pochi sucessori, i pochi Loro.

Nell’ultimo mezzo secolo la NATO è stata l’applicazione di un piano che non porta a nulla di buono e che di sicuro cancellerèà quanto ottenuto per la cancellazione dello schiavismo, del razzismo, dei diritti della donna, dei diritti degl’infanti, dei diritti degli operai e dei lavoratori, ecc…

Nell’ultimo mezzo secolo nella NATO si è cancellata la democrazia e la si è sostituita con un sistema, inteso come insieme di strumenti, in grado di condizionare le menti, riducendo i rappresentanti, riducendo i diritti (magari aumentandoli sulla carta ma rendendoli intutelabili per i più), riducendo ed ostacolando ovviamente il percorso verso una democrazia diretta.

Dagli Stati Uniti è stato orchestrato un piano militare contro l’Europa da quando gli stessi Stati Uniti dall’Europa, dall’Inghilterra, si sono separati. Hanno pianificato, programmato, analizzato, sfruttato l’economia per articolare una potenza armata che sottomettesse le volontà Europee.

Dagli Stati Uniti le elite, generazioni di elite, un ridottissimo numero di famiglie, un ancor più ridotto numero di individui tra queste, i loro eredi, coloro che più potevano e possono “sostenere” l’eredità inumana dei criminali internazionali, dei criminali al potere, non necessariamente politico-istituzionale, hanno operato per sottomettere la maggior parte della popolazione, per trasformarla in schiava, per rendere il minor possibile il numero di coloro che si godano tutto e diano gli ordini a tutti, in sicurezza per loro, in sfregio a coloro che sono prevaricati.

Dagli Stati Uniti, le elite, criminali, hanno gestito quanto serviva per inquinare l’economia Europea, le società Europee, Sud-Americane, Centro-Americane, Africane, i loro popoli, finanche inquinando e sottomettendo il proprio popolo, il popolo Americano, che più o meno inconsapevolmente vive in una dittatura, una delle peggiori dittature, quella che nel togliere la libertà, orchestrarla a piacimento, nel limitarla o concederla, nel gestire i diritti, i doveri, i crimini, le vessazioni, la “giustizia”, è riuscita a fare credere alla popolzaione di stare nella cosiddetta più grande democrazia(TM) mai esistita.

Una democrazia(tm) tanto cgrande da usare la guerra presentandola ad ogni modo come tutela dei diritti altrui, tanto grande da esportare sempre e comunque traffici illegali, attentati, più che democrazia.

Una democrazia tanto grande da spendere un sacco di soldi in pacifiche armi mentre il proprio popolo ha ancora problemi d’accesso all’acqua, al cibo, alla sanità, mentre il popolo ha un sacco di problemi con il terrorismo interno, con la violenza, il crimine, la mafia, a democrazia tanto grande da mettere in difficoltà anche la tutela dei diritti, una democrazia tanto grande da avere privatizzato e reso fonte di guadagno la giustizia e la sanità, la morte, la cronaca, l’informazione… Una democrazia tanto grande da mettere i brevetti su ogni cosa categorizzabile, da fare pagare ogni cosa categorizzabile, una democrazia tanto grande che il potere militare è spropositato e molto poco controllato dal popolo, una democrazia tanto grande da dare il potere di fare le leggi ad una persona ogni 700’000 abitanti. Vi ricordate le democrazie della Grecia antica, dirette e tutti che contavano. Invece nella più grande dittatura sfascista del mondo (come si devono essere divertiti a consigliare i nomi da mettere nei regimi Europei…) vi è pena di morte, errori giudiziari colossali, razzismo, eugenetica, violazione dei diritti umani nelle carceri e fuori, nella cosiddetta più grande democrazia(TM) del mondo è stato legalizzato il crimine organizzato, è stato istituzionalizzato ed esportato. Dalla cosiddetta più grande democrazia(TM) del mondo è stato commesso il maggior numero di abusi dui diritti umani mai commesso da uno Stato moderno, in meno di mezzo secolo di storia, è stato commesso il più grande numero di sterminii, di sperimentazioni ai danni dei civili nella storia moderna, superando le sperimentazioni naziste, i crimini nazisti (tra l’altr finanziati, coperti da molti negli Stati Uniti).

Dalla cosiddetta più grande democrazia(TM) del mondo sono provenuti servizi finalizzati al profitto, per fare comunicare i cittadini, la cosiddetta più grande democrazia(TM) che si erge a protettrice dei diritti umani non è nemmeno riuscita a garantire il diritto alla salute, all’acqua, all’energia, alle comunicazioni, al cibo come sancito dalla Dichiarazione dei diritti dell’uomo.

Nella cosiddetta più grande democrazia(TM) del mondo, esportatrice di guerre pacifiche, missili intelligenti quanto chi ha ordinato di lanciarli (demandando vigliaccamente tra l’altro a militari che non hanno cognizione di un quadro complessivo), non sono rispettati i diritti sanciti (tra l’altro a New York) dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

La “Grande Democratica” è una dittatura di racconta palle, di gente plagiata, di gente distratta dal maggior numero degli strumenti possibili.

Per esempio, facendo presente che quanto sancito dalla Dichiarazione è inteso come ideale comune da raggiungere, si afferma nella Dichiarazione che quanto contenuto deve essere dagli Stati “effettivamente riconosciuto” e soprattutto “effettivamente osservato”, nel senso applicato, dunque non tratta di dipingere lo Stato come rispettoso di quanto sancito perchè nello Stato vi sono leggi conformi alla Dichiarazione, ma di applicare quanto sancito.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo due al primo punto, in quanto non garantisce niente indipendentemente dalla ricchezza.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo due al primo punto, in quanto non garantisce niente indipendentemente dall’origine Nazionale o Sociale.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo due al primo punto, in quanto non garantisce niente indipendentemente dalla condizione di nascita ed il cosiddetto merito è funzione di quanto le mafie ordinate dall’elite non ti negano.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo due al primo punto, in quanto non garantisce niente indipendentemente dalla dall’opinione: usa ogni mezzo e strumento per colpire e ledere violentemente il diritti umani dei manifestanti.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) è talmente una Nazione che può essere presa da esempio che la vendita del corpo femminile è istituzionalizzata. E’ talmente una “Grande Democrazia” che la situazione è tale da obbligare tante a vendersi.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo tre, in quanto non garantisce il diritto alla vita ne alla sicurezza, la povertà estrema è molto presente, l’insicurezza pure.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo quattro in quanto lascia, anzi determina, le condizion per cui la donna è schiava, per cui è necessaria la prostituzione.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo quattro in quanto il salario è pressochè funzione della potenza ed influenza economica di chi lo attribuisce, consentendo dunque l’ingenerarsi di condizioni di dipendenza che costituiscono e causano a loro volta il verificarsi di situazioni definibili come “non rispetto di quanto contenuto nella Dichiarazione”, non rispetto dei diritti dell’Uomo.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo due al primo punto, in quanto non garantisce niente indipendentemente dalla ricchezza.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo cinque e l’articolo due al punto secondo, in quanto non garantisce nessuna non-sottoposizione alla tortura, non rispetta gli articoli perchè non garantisce la non-sottoposizione a punizioni crudeli, inumane o degradanti: la “Grande Democratica” è quella delle carceri galleggianti, delle carceri in territorio straniero, delle carceri in zone di guerra, delle carceri come Guantanamo, pardon, dei campi di tortura. La “Grande Demopcratica” non rispetta gli articoli perchè se non è degrandante essere costrette alla prostituzione poter mangiare o semplicemente non essere ammazzate…

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo sette in qunato la tutela davanti alla legge dipende alla ricchezzae dalla corruzione, dalla diversa “influenza” degli imputati nella gerarchia di poteri economici-politici, dalla posizione sociale.

La cosiddetta più grande democrazia(TM) non rispetta l’articolo nove in quanto è stato sotto gli occhi di tutti, e non solo, per esempio con guantanamo, non è stato rispettato l’articolo nove della Dichiarazione, ma non sono state rispettate le convenzioni sui prigionieri di guerra, ah già perchè Loro esportano* la pace, non vanno più in guerra. (*riportano la pseudo pace, portano possibilmente la dittatura, dopo avere fomentato in tutti i modi e negli anni la guerra)

La “Grande Democratica” non va in guerra perchè esporta pace e democrazia armate, dunque quando ammazza qualcuno fa di fatto omicidi non combattimento, dunque i militari sono da processare per omicidio volontario, premeditato, in quanto appunto non agiscono in un contesto di guerra dichiarata. Dunque per ovviare ai problemi gli Stati Uniti democratici(TM) da tempo si erano progettati e da un po applicano l’uso di sistemi per “trasformare in militari”, in kamikaze, chiunque vogliano con la tecnologia, la biofisica, la biochimica.

(tratto da “Non-Articoli 5 & 12”)

Advertisements