Sottotitolato: pensare sotto tortura

Non l’estorcere l’informazine mediante tortura ma il formulare nuove relazioni sensate tra elementi, il formulare e valutare, analizzare le relazioni, modificare, migliorare…

Il Capitalismo ha creato la pressione e stress necessaario, la criminalità necessaria a rendere difficle la collaborazione e lo sviluppo d’idee positive per tutti, che significa, minore fatica o minore tempo occupato, migliori averi, maggiore benessere…

Il riflettere ed ideare razionalmente sotto tortura si suppone sia difficile. Il fare cose elementari quando si è soggetti a bastardi senza coglioni che usano maser e laser diretti alla testa delle persone da dividere e mettere le une contro le altre, pure…

A parte le lesioni e malattie che scaturiranno da quanto si è subìto.

Il capitalismo ha fatto si che noti criminali assieme a corrotti in istituzioni ed organismi deputati ad ordine e giustizia, gente che guadagna sulle disgrazie altrui, dagli averi e vite ad altri impedite, negate, rovinate, dalla pubblicità, dalle interviste, dai libri di cronaca, dai film sulla cronaca, dai quotidiani e servizi e programmi televisivi sulla cronaca, gente che non fa il dovere propositivo per la Nazione, gente che non fa informazione ma solo sciacallaggio ed intrattenimento, vivesse tranquilla sfasciando la società e l’economia.

Il capitalismo mi ha fatto finire qui, laureato, senza le normali possibilità a causa della presenza di corotti ed amicizie nello Stato ed Aziende.

Il capitalismo fa buttare soldi e vite, istruzine e salute, il capitalismo paga per tenere fuori i criminali. Quale Società, quale Nazione, quale giustizia, quale ordine?

Togliere agli altri per prendere e fare profitto ed interesse è ammesso nel capitalismo, certo non nel comunismo (per esempio). Togliere agli altri casualmente è criminalità, satanismo, massoneria (moderna e fors’anche la maggior parte di quella passata). Togliere e non dare, non dare perchè impegnati a togliere ed a godere quanto tolto, non dare non certo perchè qualcuno ha negato possibilità. Chi vende cronaca fa così, chi la organizza pure, chi fa giustizia invece no. Chi identifica i criminali e le associazioni a delinquere che movimentano i soldi della/dalla cronaca nera (che nulla ha del caso), fa il bene della Nazione, il bene Umano, il bene collettivo, il bene personale. Chi identifica i criminali e stalker, gli organizzatori delle associazioni criminali, i registi del crimine, è Persona degna di essere definita Umana. Chi afferma, hanno fatto una bravata, era un gioco… è individuo degno di meritare di peggio su di se, ma Umanamente deve essere semplicemente controllato e reso fin che serve incapace di fare del male, fin che non è in grado di capire da solo l’elemento Umano (casualmente invece capisce bene i soldi, proprio come il “bravo” come da lui definito, capisce il divertimento, capisce l’interesse).

(tratto da “Non estorcere” edito da “Invita&Collabora”)

Advertisements