A parte criminali trasnazionali e Nazionali, a parte multipli nuclei criminali, a parte quei nuclei criminali che vogliono dare a bere ad inconsapevoli, nonpensanti od impossibilitati a riflettere, di essere dotati del controllo della gravità e di quantità d’energia illimitate (quando invece alcuni usano dispositivi-armi la cui azione si fonda sulla teoria dei segnali biologici e sulla biofisica-biochimica, dunque necessitano di poca energia, altri quando possibile altre armi di potenza ad energia diretta)

Alta rendimento eh!

Beh, mai chiesti com cavolo faccio a scrivere quando quello che scrivo non infastidisce chi mi sente anche leggere a voce alta?

Io no, ma è ovvio che se non infastidisco, non cito dei criminali, questi procedono con il loro cronoprogramma.

Facili comprensioni…

Soleggiamento.

Masse termiche e dilatazioni.

Spostamento ed energia potenziale.

Quantità di moto ed energia accomulata.

Lunghezza e dilatazione, densità ed energia.

Volume e lunghezza nello stesso volume.

Stessa energia maggiore dilatazione.

Snellezza e costrizione.

Deformazioni elastiche e limiti.

Mai fatto questo?

Messa una molla, soleggiata anche nella superficie descritta internamente e buona parte di quella descritta esternamente, molto lunga, di diametro non troppo grosso e di breve passo, molto elastica, in grado di dilatarsi molto con il calore, disposta in verticale, costretta nel diametro da multiple guide perimetrali costituite da cilindri verticali liberi di ruotare sull’asse maggiore, molla dotata di piastra circolare dal foro circolare sia alla base che in sommità, piastre connesse atre cavi d’acciaio equamente disposti ed attraversanti l’interno della molla e connessi a sporgenze delle piastre agli estremi; cavi d’acciaio soggetti alla medesima tensione e vincenti gli effetti determinati dalla snellezza della molla, cavi d’acciaio tendenti le estremità che tenderanno ad allontanarsi a causa della dilazione termica al sole. Vi viene in mente qualche macchina disposta lungo il cavo d’acciaio? Qualche sistema per accomulare energia?

Mai messo anzi che un cavo, un sacco trasparente, legato, con passanti, alla molla? Il sacco elastico oda nche no (a fisarmonica magari) aumenterà il volume interno e funzionerà da pompa a vuoto. Mai usato un fluido anche non troppo caldo ed esterno al sacco riscaldante la molla anzi che usare il calore in arrivo dal sole? Quanta tensione-pressione potrebbe essere sfruttata in radiatori leggermente rivisitati?

No?

Riempite un piano con tanti dispositivi del genere e vedete il sole che batte sulla “superficie interna” al cilindro-molla ed anche su quella esterna, vedete di mettere alla base una ventolina già che ci siete, vedete come l’aria da una condotta sotto la base viene richiamata per risalire dall’interno della molla e vedete come si allungano i sistemi ed il cavo viene teso, poi pensate a cosa farci con quella tensione. Quanto alla snellezza, non è un problema, la molla si comprime ma il cavo si tende, il cavo è interno e contrasterà l’inflessione.

A parte i macrotubi di metallo od altro, mi viene in mente una Fondazione…

Non grossa, molto singolare, dipendente da quanto sta sopra, una fondazione singolare per molti.

Mi viene in mente di sfruttare il coefficiente d’attrito ed il conseguente cono di scarico del terreno per mettere questo in un parallelepipedo-fondazione.

Il parallelepipedo

Il terreno

Il risparmio

La semplicità

La ripartizione dei carichi, la naturale omogeneizzazione derivante dal coefficiente d’attrito ed un’altezza discreta del parallelepipedo di fondazione contenente il terreno sciolto ma compresso nel volume chiuso della platea-cassone di fondazione dalle pareti e basi superiori ed inferiori in cls armato consente di equlibrare carichi più elevati senza incrementare il volume di cls armato. L’importante è che non entrino fluidi nel materiale compresso preso in situ e di riempimento del cassone. L’importante è mettere tiranti diagonali tra base superiore ed inferiore ad intervalli frequenti ed opportuni. Un sacco di fondazione!

Hai un problema di galleggiamento con l’acqua inferiore? E mettici due tubi sopra la fondazione con elementi attraversanti la stessa da sopra a sotto!

Altra questione, mi auguro che non sia involuta a metodo criminale eccessivamente finalizzato al potere.

Mai preso un’ampolla contenente un fluido molto denso e molto viscoso, ruotata, a dimostrare che il fluido non cola, poi riruotata ed irradiata con una componente dello spettro elettromagnetico od immersa in artificiale e variabile campo magnetico esterno, ruotata di nuovo a dimostrare che a quel punto è fluido il contenuto? Io no, ma penso che qualcuno l’abbia fatto ed altri in futuro useranno il sistema per plagiare ignoranti ed acquisire potere con la paura ed altro, e cosa più importante: senza farci nulla di buono nei confronti di tutti i plagiati e quelli non plagiati.

(in divenire forse)

Advertisements