Sottotitolato: Nazioni e Società

Lo Stato non c’è se non si condividono competenze e responsabilità, doveri e diritti.

La moneta è tornata ad essere privata e lo Stato se segue la moneta non sarà più.

Lo Stato è una Cooperativa complessa, quando non lo è, tanto meno lo è allora è un organismo Dittatoriale o sempre più Dittatoriale.

Lo Stato deve dare di più di quanto prende perchè la cooperazione non eguaglia ma supera la sommatoria di singoli intenti. La sommatoria come l’interferenza può essere distruttiva, il capitalismo premia questa strada. La cooperazione è invece solo costruttiva se è onesta e lecita.

Open Source vuol dire costi di gestione da sostenere teoricamente di tasca di chi contribuisce ai progetti.

Uno Stato sano invoglia e soprattutto semplifica il volontario gratuito contributo non proprietario anche perchè l’istruzione la paga in parte lo Stato e dunque i contribuenti fiscali.

Sostenere equivale ad un costo irrisorio visti i vantaggi per lo Stato.

I costi derivano dall’ipotetico valore del tempo impiegato e soprattutto e comunque sempre dallo spazio di archiviazione e dalle comunicazioni necessarie alla cooperazione.

I costi sono solitamente o non coperti o coperti da donazioni oppure dall’implementazione di derivazioni dei progetti che danno luogo a servizi, utilizzi a pagamento.

Come espresso l’istruzione è già stata pagata, in uno Stato sano, con laureati e diplomati, con disoccupati, lo stesso promuove nel senso che organizza gli spazi e le strutture procapite utili al fine di garantire la cooperazione (a bassi costi).

Cooperare vuol dire organizzare allo stesso modo il metodo di molti.

Cooperare ed Open Source vuol dire progetti, alrimenti costosi per Stato e Cittadini, quasi a gratis.

Cooperare su larga scala grazie all’organizzazione, visibilità, facile rintracciabilità, non ridondanza (quando inutile), significa appunto un sistema pubblico gestito pubblicamente secondo il concetto della proposta e votazione, applicazione su larga scala. cooperare vuol dire suggerire e votare, valutare, individuare rapidamente bisogni e soluzioni.

Cooperare vuol dire velocità, altro che fascismo. Cent’anni fa ve l’avevano detto, il Capitalismo ha rallentato tutti a costi e tempi insostenibili.

 

 

 

 

Advertisements